Blog

Migliore macchina per il caffè espresso 2018

Quale macchina caffè espresso scegliere

Il caffè, nella maggior parte delle case italiane, più che una bevanda tradizionale, è un vero e proprio rito. Non importa se sei un bevitore salutare o un amante del caffè: avere a casa la macchina caffè espresso migliore è fondamentale per ottenere esattamente l’espresso o il cappuccino come quello del bar, che fa iniziare bene la giornata o accompagna in qualsiasi momento il lavoro. Con il tempo, è diventata sempre più ampia la richiesta di questo piccolo elettrodomestico. La richiesta, ha spinto le case produttrici a realizzare modelli dal design sempre più ricercato, differenti per tipologie e funzioni. Di fronte ad un’offerta così ampia, è facile perdersi e chiedersi: come faccio a scegliere il modello più adatto alle mie esigenze? Quali caratteristiche devo prendere in considerazione? In questa pagina abbiamo realizzato un elenco di tutti i fattori da prendere in considerazione, che dovrebbero bastarti per fare la scelta migliore. Se desideri goderti un buon caffè o un ottimo cappuccino, non devi fare altro che acquistare una buona macchina espresso, ma se non sai come fare, non temere, ti trovi sulla pagina giusta per te!

Tipologie

La prima cosa che ci si chiede, quando si decide di acquistare una macchina caffè espresso è: quale modello scegliere? Capsule, cialde ESE o caffè macinato? Oppure sarebbe meglio una macchina automatica con macina caffè integrato? Sul mercato, esiste una così ampia scelta, che è davvero difficile orientarsi, a meno che non si è dei veri e propri esperti di settore. Il primo consiglio che mi sento di dare, è quello di puntare sempre ad una macchina espresso di un marchio conosciuto, alle cui spalle ci sono anni di esperienza nel campo delle macchine da caffè. Perché? Semplice, perché queste “persone” possono garantirvi la qualità migliore di caffè e un prodotto valido e sicuro, adatto ad ogni tasca. Ogni marca, infatti, dispone di modelli con più o meno funzioni, che variano il loro prezzo, proprio in base alla propria versatilità. Più funzioni sono disponibili e maggiore sarà il costo dell’apparecchio. Il prezzo, ovviamente, viene influenzato anche dai materiali con cui la macchina caffè espresso viene realizzata: plastica ABS o acciaio inox. Principalmente, la macchina espresso si può suddividere in 4 grandi gruppi:

Macchina per il caffè in polvere

macchina caffè espresso

È il modello più “classico” tra quelli disponibili in commercio. Per utilizzarla, basta inserire nell’apposito braccetto il caffè in polvere. Tramite un accessorio, solitamente venduto assieme alla macchina espresso, si comprime il caffè e poi si inserisce il braccetto sotto la macchina. Una volta pronta, si schiaccia il pulsante per avviare l’erogazione e si attende fino a che non scende la quantità di caffè desiderata. Rispetto agli altri tipi, è anche la macchina caffè espresso più “sporca”, perché la polvere rischia più di capsule e cialde di finire dappertutto, facendo arrabbiare vostra moglie.

Macchina per il caffè con cialde

Quando si parla di cialde, si fa riferimento, generalmente, alle cialde ESE, ovvero quelle cialde di colore bianco e dorma tonda, che contengono all’incirca 7 grammi di caffè macinato al loro interno. Difficilmente troverai in commercio macchinette per il caffè che consentono solo l’utilizzo di queste cialde, poiché generalmente, il braccetto per le cialde ESE, lo si trova in dotazione nelle macchine per il caffè espresso che utilizzano il caffè in polvere. Utilizzare questo tipo di caffè, significa anche fare meno sporco, rispetto al modello in polvere.

Macchina per il caffè con capsule

Si tratta della tipologia di macchina caffè espresso più moderna. È molto “pulita” come soluzione, ma anche la più costosa in termini di costo unitario per tazzina di caffè. Infatti, il costo della singola capsula, supera nettamente quello di una tazzina di caffè, erogata con il caffè in polvere. Il costo della capsule, inoltre, è superiore anche a quello delle cialde ESE. Tuttavia, oltre alla praticità, queste capsule hanno il vantaggio di erogare del caffè eccellente, di tanti aromi differenti e sempre nella giusta quantità.

Macchina per il caffè con chicchi (automatica)

Questa è la tipologia che si avvicina di più a quelle da bar. Questo apparecchio è dotato, oltre che di una pressione più elevata della media, fino a 19 bar, anche di un macina caffè integrato, che macina i chicchi ogni volta che si desidera preparare un buon caffè. Chiaramente, essendo la tipologia di prodotto più sofisticata, oltre che delicata, è anche le più costosa.

Struttura e dimensioni

È importante scegliere una macchina per il caffè, la cui struttura e le sue dimensioni, si adattano perfettamente al luogo in cui verrà posizionata. Alcuni modelli, infatti, possono risultare più ingombranti di altri. Inoltre, non bisogna dimenticare, che non basta incastrare la macchina del caffè in un angolo per trovare il posto migliore. La macchina deve concedere anche una facilità di movimento. Basti pensare, che nel momento in cui si vorrà procedere alla pulizia del serbatoio, generalmente rimovibile, bisognerà avere a propria disposizione lo spazio necessario alla rimozione. Infine, è da considerare anche il tipo di tazzina che si andrà ad utilizzare, in quanto lo spazio tra appoggio della tazzina ed erogatore, può variare a seconda del modello scelto.

Il costo

macchina espresso

Il prezzo da pagare, per portarsi a casa una macchina per il caffè espresso, può variare considerevolmente, a seconda del modello scelto. È necessario però, capire perché alcuni modelli costano più di altri. Innanzitutto, bisogna fare una prima distinzione. Le macchine per il caffè che utilizzano il caffè in polvere, o cialde ESE, sono quelle che costano di meno. Il motivo, va ricercato nei materiali utilizzati per la loro costruzione, le funzioni disponibili e le prestazioni. Il discorso è molto simile a quello che si potrebbe fare con qualsiasi altro elettrodomestico. Una macchina per il caffè economica, offre generalmente meno funzioni di una di fascia alta. Pagando un prezzo maggiore, infatti, nella maggior parte dei casi, si hanno a disposizione più accessori, non solo per la preparazione del caffè, ma in alcuni casi anche per la manutenzione del prodotto. Inoltre, la differenza di prezzo maggiore, la fa l’uso dei materiali utilizzati per la costruzione dell’apparecchio. Quelli più economici, sono realizzati principalmente in plastica ABS, dura e resistente, ma pur sempre plastica. I modelli migliori, invece, vengono costruiti con un uso imponente di acciaio inox, che oltre ad essere più bello ed elegante, è anche più facile da pulire. Anche se va detto, che il materiale della scocca, non influisce minimamente sulla qualità del caffè!